Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Germania-Usa, scontro su Nord Stream 2
16/06/2017 - Pubblicato in news internazionali

Si apre un nuovo fronte fra Washington e Berlino, i cui rapporti sono già a dir poco tesi dopo l’insediamento dell’amministrazione Trump. Il Senato degli Stati Uniti ha approvato un emendamento ad una proposta di legge per rafforzare le sanzioni alla Russia sul caso Ucraina, emendamento che colpisce le imprese europee coinvolte nel progetto del gasdotto Nord Stream 2. Questo, entro la fine del 2019, dovrebbe raddoppiare la capacità di trasporto di gas naturale sotto il Mar Baltico dalla Russia alla Germania e da qui al resto d’Europa. L’iniziativa è stata bollata come «illegale» da un comunicato dei ministri degli Esteri di Germania e Austria, i due Paesi più direttamente coinvolti in Nord Stream 2, e attribuita all’intenzione degli Usa di promuovere il proprio export di gas verso il mercato europeo a scapito delle forniture russe. In base alla nuova legislazione, il presidente degli Stati Uniti avrà il diritto di imporre sanzioni contro imprese che compiono investimenti o vendono beni o servizi ai gasdotti russi per più di 5 milioni di dollari l’anno. Il nuovo gasdotto, secondo il testo approvato dal Senato, avrà «un impatto negativo sulla sicurezza energetica europea» e sull’economia ucraina. L’iniziativa americana, sostengono Gabriele e Kern, che sollecitano Washington a un ripensamento, «influenza le relazioni fra Europa e America in un modo nuovo e negativo». Le forniture di energia all’Europa «sono una questione europea, non degli Stati Uniti», afferma il comunicato.

Fonte: Il Sole 24Ore – Alessandro Merli (pag. 5)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Snam, accordo con Rina sull'idrogeno

Snam e Rina, primario player globale attivo nel campo dei servizi di testing, ispezione, certificazione e consulenza ingegneristica, hanno sottoscritto un memorandum of understanding per avviare una collaborazione nel settore dell'idrogeno
[leggi tutto…]

Intervista a Fatih Birol: "Petrolio, giusto riunire il G20, se crolla il settore per danni per tutti"

Produttori e consumatori di petrolio allo stesso tavolo per evitare “nell’interesse di tutti il tracolo del settore”
[leggi tutto…]

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]