Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Germania, nel 2016 domanda gas +10%
22/12/2016 - Pubblicato in news internazionali

Metano +16,5 TWh sale al 12% del mix elettrico, carbone in calo -12,2 TWh ma resta prima fonte al 40%. Record delle esportazioni a 55,5 TWh. Consumi elettrici in leggero calo e domanda di gas in crescita. Sono questi, in breve, i dati salienti raccolti in un'analisi presentata martedì dalla Bdew (Bundesverband der Energie- und Wasserwirtschaft), l'associazione confindustriale tedesca per l'energia e l'acqua. La domanda di metano del paese è vista in aumento del 10% a 940 TWh, il valore più alto dal 2013. I consumi di elettricità calano invece dello 0,4% a 592,7 TWh. Il gas è l'unica fonte a crescere in percentuale nel mix elettrico tedesco passando al 12% del paniere rispetto al 10% dello scorso anno con 16,5 TWh in più. Un aumento trainato soprattutto da un suo maggiore utilizzo nei nuovi impianti di cogenerazione ad alta efficienza (CHP). Carbone e lignite restano la fonte principale per la produzione energetica con il 40% del mix produttivo, con un calo di 12,2 TWh che gli fa perdere un punto percentuale. Perde terreno anche il nucleare, mantenendo comunque il 13% del paniere energetico con un calo di 7 TWh, mentre l'output di rinnovabili è cresciuto complessivamente di 4 TWh, con una percentuale sul totale della generazione elettrica del 29,5% (e del 32,3 se consideriamo solo la domanda domestica). Continua a crescere nel complesso la produzione con un surplus di esportazione netto arrivato alla quota record di 55,5 TWh, superando quindi la Francia come più grande esportare europeo di elettricità.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]