Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gela: via allo studio di fattibilità sul gas naturale liquefatto
15/09/2016 - Pubblicato in news nazionali

Fa un ulteriore passo avanti il progetto dell’Eni per la realizzazione di una base logistica di gas naturale liquefatto (Gnl) a Gela. Ieri a Roma, al Ministero per lo Sviluppo Economico, è stata firmata da Eni, Regione siciliana, Comune e dallo stesso Mise la lettera d’intenti per condurre uno studio di fattibilità del progetto. Con la firma della lettera d’intenti viene avviata una nuova fase che durerà sei measi: l’obiettivo del gruppo di lavoro composto da tutte le parti coinvolte è quello di approfondire quattro linee di studio: commerciale, tecnico-realizzativa, logistico-operativa e regolatoria-autorizzativa. La partecipazione al tavolo dei rappresentanti del Mise consentirà di monitorare il quadro regolatorio di riferimento e di individuare il percorso autorizzativo per la realizzazione del progetto che rientra nell’ottica dello sviluppo del mercato del “gas-as-a-fuel” (gas come carburante), principalmente per quanto riguarda il trasporto terrestre pesante e marittimo.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Impresa e territori – Nino Amadore (pag. 17)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Emissioni, meglio tassarle alle frontiere

Per raggiungere gli obiettivi ambiziosi che servono a fronteggiare l’emergenza climatica, uno dei rimedi suggeriti dalla Presidente della Commissione europea, von der Lyen, è quello di tassare le emissioni per incentivare i produttori
[leggi tutto…]

“Il governo riapra il tavolo con le imprese per l’energia”

Noi imprenditori non siamo contro la decarbonizzazione. Anche le aziende energivore pensano che la sfida della transizione ambientale possa essere un’opportunità di crescita, ma vogliamo poter competere alla pari con gli altri Paes
[leggi tutto…]

La trazione al gas delle aziende energivore necessita d’incentivi

Il gruppo tecnico energia di Confindustria si prepara a riaprire il tavolo di confronto con il Governo. L’obiettivo è di trovare un confronto con il Ministro dello sviluppo economico Patuanelli già entro la fine dell’anno
[leggi tutto…]