Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gazprom potrà fornire più gas via Germania
29/10/2016 - Pubblicato in news internazionali

Nella partita del gas tra Gazprom e la Commissione europea, è stata quest’ultima a fare la prima concessione concreta. I russi hanno ottenuto il sospirato via libera ad un maggiore utilizzo di Opal, gasdotto cruciale per riuscire ad aumentare il transito di metano via Germania, in quanto collega l’approdo di Nord Stream sulla costa baltica al confine con la Repubblica Ceca. Anche a questa decisione era appeso il destino del piano di raddoppio del Nord Stream, benché il progetto resti per ora nel limbo, a causa di problemi di azionariato e di finanziamento. Gazprom, finora costretta dalle normative Ue a non utilizzare più del 50% della capacità di Opal, avrà d’ora in poi la possibilità – quanto meno teorica- di salire fino all’80% per un totale di 28,2 miliardi di metri cubi (Mmc) l’anno. Secondo la decisione di Bruxelles 18 Mmc saranno di uso esclusivo della società russa e della tedesca Rwe fino al 2033, mentre il resto dovrà essere messo all’asta, riservando non meno del 20% ad altri fornitori di gas.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Finanza e Mercati – Sissi Bellomo (pag. 29)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]

Doppia Commessa per Saipem

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per un totale di oltre 200 milioni di dollari.
[leggi tutto…]