Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gazprom completa prima linea TurkStream
01/05/2018 - Pubblicato in news internazionali

Gazprom ha annunciato lunedì in una nota di aver completato la costruzione della parte offshore della prima linea del gasdotto sotto il Mar Nero verso la Turchia, TurkStream. Sulla costa turca, nelle vicinanze di Kiyykey, è in corso la costruzione di un terminal e una volta terminata il lavoro sulla prima linea, destinata al mercato turco, sarà completata. Nella nota Gazprom prevede che la nave posatubi Pioneering Spirit, che ha realizzato la prima linea, dovrebbe iniziare la posa della seconda, stavolta destinata al mercato europeo, nel terzo trimestre 2018. Ciascuna linea dei TurkStream ha una capacità di 15,75 miliardi di mc/anno e in realtà per avviare i lavori sulla seconda, destinata rifornire l'Europa, Gazprom avrà bisogno definire insieme alla Ue il regime di utilizzo, considerati anche i passati disaccordi sul progetto South Stream che hanno contribuito in misura rilevante alla decisione russa di cancellare il progetto. Gazprom ha fatto sapere che la posa della prima linea, iniziata a maggio 2017, ha proceduto a un ritmo di di 4,3 km al giorno con una punta di 5,6 km/g raggiunta due volte in febbraio. La Turchia è attualmente il secondo maggiore mercato di esportazione di Gazprom. Attualmente il gas russo è fornito alla Turchia attraverso il gasdotto Blue Stream e il corridoio Trans-Balcanico. Nel 2017, Gazprom ha esportato sul mercato turco un volume record di gas - 29 mld mc, 4,3 o il 17,3% in più rispetto al 2016 e 1,7 o il 6,2% in più rispetto al precedente record del 2014 (27,3 mld mc).

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]