Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il gasdotto pugliese va fatto a dispetto delle lagne cinquestelle
25/07/2018 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

La tenuta del Movimento 5 Stelle al governo passa dal gasdotto Tap in Puglia. Simbolo di indipendenza energetica e di crescita, di investimenti, sviluppo e infrastrutture. La legittimazione del Tap, già voluto dai precedenti governi e dall’Europa, è arrivata direttamente da Baku, in Azerbijan, dove il grande tubo della discordia comincia, da parte del Presidente della Repubblica. Risultano ancora non spesi dieci milioni di investimenti infrastrutturali nell’area interessata, che però non trovano utilizzo perché le amministrazioni locali vi si oppongono. Ma a parte le beghe interne, quello del gasdotto Tap è un tema che va a toccare anche i rapporti internazionali dell’Italia che passano attraverso la politica energetica. Non a caso, la visita del Presidente Mattarella in Azerbaijan, più volte rimandata, è arrivata dopo il vertice Nato di Bruxelles dell’11 e 12 luglio scorso.

Fonte: Libero – Paola Tommasi (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]