Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il gasdotto nel mirino dell'Isis (e dei rapitori)
09/03/2016 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

A Mellitah, luogo della vicenda, sulla costa libica, vi è il complesso dell’Eni e il gasdotto Greenstream, il più lungo gasdotto del Mediterraneo che fornisce gas fino a Gela, direttamente dalla Libia. Il gasdotto, costruito dalla Saipem è lungo 520 km. E’ vitale per l’Italia e per l’Europa. Farlo saltare sarebbe per l’Isis un attentato dagli effetti superiori a quelli dell’attentato di Parigi.

(Fonte: Il Giornale)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Carbone auf Wiedersehen, svolta verde in Germania

L’offensiva del Green Deal tedesco passa per un superamento del carbone, con la chiusura entro il 2038 delle centrali alimentate da questo combustibile altamente inquinante
[leggi tutto…]

La Turchia di Erdogan lancia la sfida a Eni in Libia

Il presidente turco Erdogan ha annunciato che quest’anno avvierà attività di esplorazione e perforazione nel Mediterraneo nelle zone inquadrate dall’accordo sulla demarcazione dei confini marittimi con la Libia
[leggi tutto…]

Transizione e gas, affare in commissione Industria Senato

La commissione Industria del Senato avvierà a breve un “affare assegnato” sulla transizione energetica e il ruolo del gas e delle altre fonti
[leggi tutto…]