Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gasdotto EastMed: incontro a Bruxelles tra Italia, Israele, Grecia e Cipro
25/01/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Si è svolto ieri a Bruxelles un incontro tra Shaul Meridor, direttore generale del ministero dell'Energia israeliano, e alti funzionari ministeriali di Italia, Grecia e Cipro. Oggetto dell'incontro il progetto di gasdotto EastMed, che dovrebbe convogliare verso l'Europa le risorse del giacimento offshore Leviathan nel Mediterraneo Orientale. La notizia è stata ripresa dall'agenzia di stampa Nova ed era apparsa nei giorni scorsi anche sul quotidiano economico israeliano Globes. Secondo la testata israeliana, Edison sarebbe il candidato ideale per occuparsi di quello che, se realizzato, diventerebbe il più lungo gasdotto al mondo con una lunghezza di circa 2mila chilometri. Una pipeline da 12 miliardi di mc annui con approdo in Grecia, da cui il gas potrebbe proseguire nei Balcani e in Italia e da qui nel resto l'Europa. Il costo ammonterebbe a 5,7 miliardi di dollari, secondo una stima della joint venture tra Edison e la greca Depa. Sempre l'agenzia Nova ha riportato alcuni dettagli dell'incontro esplorativo, in cui si è cercato di aggiornare lo studio di fattibilità dell'intero progetto.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]