Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il gas del Tap cerca il raddoppio
12/12/2019 - Pubblicato in news internazionali

Si deciderà a metà 2020 il raddoppio del gasdotto Tap. Entro il primo semestre del prossimo anno, infatti, sono attese le offerte vincolanti degli operatori interessati ad acquistare la nuova capacità che il Tap potrebbe trasportare fino in Italia dal giacimento azero di Shah Deniz, in aggiunta ai 10 miliardi di metri cubi già previsti. I test di mercato sono stati lanciati l’estate scorsa, per una prima valutazione sulla sostenibilità commerciale del raddoppio che potrebbe portare fino a 20 miliardi di metri cubi la capacità del gasdotto.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 15)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Elettricità e gas, i numeri UE sul primo trimestre

La combinazione delle misure di confinamento per la pandemia e di condizioni meteorologiche insolitamente buone ha determinato un'estrema volatilità nel primo trimestre 2020 sui mercati europei dell'energia
[leggi tutto…]

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]