Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas, stoccaggio da un miliardo
29/01/2016 - Pubblicato in stoccaggi

Ital Gas Storage, operatore indipendente nel settore degli stoccaggi di gas naturale in Italia, annuncia il closing del contratto di finanziamento con un pool di banche internazionali destinato alla creazione di un nuovo sito di stoccaggio gas in Italia, a Cornegliano Laudense, in provincia di Lodi. Il finanziamento supera il miliardo di euro; per la precisione 1.056,4 milioni. Il progetto della Ital Gas Storage prevede la conversione di un giacimento esaurito di gas naturale in impianto di stoccaggio gas. Si tratta, spiega una nota della società, di una delle più importanti infrastrutture energetiche del Paese e la prima che verrà realizzata in gran parte con capitali internazionali da parte di un operatore indipendente. Ital Gas Storage è controllata da una società che fa capo a Morgan Stanley Infrastructure Inc. e da Whysol Investments, operatore di investimento indipendente specializzato in infrastrutture greenfield. La realizzazione dell'impianto di stoccaggio di Cornegliano Laudense è stata affidata a Saipem e Schlumberger, gruppi leader del settore che utilizzeranno tecnologie consolidate negli anni, in ottemperanza a tutte le stringenti normative di sicurezza applicabili. L'impianto ha grandi similitudini con altri siti di stoccaggio del gas già funzionanti da molti anni nella Pianura Padana.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Impresa & territori – Marco Morino (pag.12)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]