Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il gas russo arriva in Cina. Ora l’Europa è più debole
05/07/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

400 miliardi di euro di valore tra investimento e forniture di gas, 10 anni di negoziati e un metanodotto lungo 4 mila chilometri all’estremo est dell’Asia. Da dicembre 2019 l’alleanza tra Cina e Russia sarà stabile e l’Europa diventerà un po’ più debole, in quanto smetterà di essere l’unico mercato di sbocco del gas russo. Nel frattempo Berlino e Bruxelles stanno decidendo se raddoppiare il Nord Stream (Siberia-Germania) per non rimanere indietro rispetto alla trattativa Cina-Russia.

Fonte: La Repubblica, Economia – Luca Iezzi (pag. 24)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]