Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Dal gas alle reti, quattro mine sul Piano energia
23/06/2019 - Pubblicato in news nazionali

La campanella suonerà il 31 dicembre quando tutti i paesi Ue dovranno presentare la versione definitiva dei Piani nazionali per l’energia e il clima con cui concorrono a far sì che l’Europa rispetti i target posti al 2030 per le rinnovabili, l’efficienza energetica e le emissioni dei settori non Ets, per l’Italia però affiorano già i primi problemi. Ci sono le osservazioni della Commissione europea, quelle dell’Arera a mettere immediatamente in campo il mercato della capacità e infine le osservazioni degli operatori del settore. Il mercato chiede certezze rispetto al ruolo del gas nella transizione verso la decarbonizzazione, sugli impegni per potenziare le reti di interconnessione elettrice, sugli stoccaggi. Ma se un punto comune c’è in tutte le riflessioni è di sicuro la lungaggine degli iter autorizzativi, probabilmente incompatibile con la scadenza del 2030. La nuova capacità gas è considerata la risorsa necessaria per colmare il gap di fabbisogno nel periodo di transizione e diversificazione degli approvvigionamenti resta cruciale. Fondamentale innanzitutto affinare il piano seguendo le indicazioni di Bruxelles che sostanzialmente promosso il piano italiano ma ha sollecitato un’analisi più dettagliata su nove aspetti a cominciare dalle dinamiche di prezzo per i consumatori collegabili al capacity market. Il Governo dovrà inoltre precisare come intende ottenere una forte penetrazione delle rinnovabili a sostegno dei target fissati nel Piano.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Dominelli – Fotina (pag. 10)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Rally del petrolio con ipotesi tagli

Il mercato del petrolio è forse vicino a una svolta. Arabia Saudita e Stati Uniti hanno aperto la porta alla possibilità di tagli alla produzione, anche di grande entit
[leggi tutto…]

Forniture gas, la Polonia vince l’arbitrato con la Russia

Al termine di una disputa legale durata cinque anni, il Tribunale arbitrale di Stoccolma ha accolto le tesi della polacca Pgnig, che nel 2015 aveva presentato ricorso contro Gazprom per i termini di prezzo del contratto di fornitura gas di lungo-termine f
[leggi tutto…]

Idrogeno verde, per la competitività servono 150 mld $ in 10 anni

L'idrogeno verde, prodotto per elettrolisi dall'acqua attraverso elettricità da fonte rinnovabile, è una strada promettente, ma per renderlo economicamente sostenibile – con un costo di un dollaro al kg – servono incent
[leggi tutto…]