Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il gas resterà chiave, ma la crescita è finita
18/11/2020 - Pubblicato in news internazionali

Il gas rimarrà una fonte energetica europea fondamentale per decenni, ma la crescita è probabilmente terminata e il declino sembra inevitabile. È quanto si legge in un report diffuso oggi da S&P Global Ratings e SP Global Platts Analytics, secondo cui nel decennio 2020-30 la domanda di gas naturale in Europa diminuirà in media dello 0,3% all'anno per complessivi 11,5 mld mc in meno. Riguardo alle prospettive degli operatori del settore, S&P rileva che anche se i grandi produttori e le utility ben diversificate non vengono declassati a causa delle pressioni pandemiche nel 2020, la semplice riduzione del debito e della leva finanziaria potrebbe non compensare i maggiori rischi aziendali a lungo termine associati a questi cambiamenti. "È estremamente improbabile che la domanda di gas naturale in Europa si espanda nel prossimo decennio. Detto questo S&P Global prevede che il gas rimarrà una parte importante del mix energetico europeo nel prossimo decennio. La maggior parte dei paesi prevede di chiudere una capacità di generazione da carbone e nucleare molto ampia e il loro mix energetico avrà ancora bisogno di opzioni che integrino le energie rinnovabili intermittenti". Al momento, prosegue la società, le società regolamentate di trasporto e distribuzione del gas beneficiano ancora di normative favorevoli e molto prevedibili, che ne rafforzano la resilienza.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]