Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas: a novembre frenano le centrali, industria ancora in caduta
03/12/2019 - Pubblicato in news nazionali

Consumi di gas italiani in calo a novembre per una flessione a doppia cifra del termoelettrico, la prima riduzione da nove mesi in questo settore di consumo, e un nuovo forte calo dell'industria che hanno compensato la ripresa della domanda per riscaldamento. Calo in apertura di stagione invernale per i consumi di gas, che nonostante le temperature sostengano i consumi per riscaldamento, risentono di un calo a doppia cifra delle centrali elettriche e di una nuova sensibile flessione dell'industria. Secondo le elaborazioni della Staffetta Quotidiana sui dati di Snam Rete Gas, nel mese appena concluso l'Italia ha consumato 6,663,6 milioni di metri cubi di gas, in caldo di circa 220 mln mc o del 3,2% su novembre 2018 e del 15,6% sullo stesso mese del 2017. Passando all'offerta, l'aumento dei consumi è stato accompagnato da un incremento leggermente superiore dell'import, +6,5% a 5.265,6 mln mc (-7,3% rispetto al 2017), la produzione nazionale cede un altro 16% fermandosi a 345,7 mln mc (-23% sul 2017) mentre le erogazioni nette dagli stoccaggi scendono di un 31,3% rispetto a novembre 2018 a 1.052,3 mln mc (-40,6% sul 2017), con gli operatori che sembrano approfittare dei prezzi spot ancora relativamente bassi, a fronte di quotazioni a termine per l'inverno assai più elevate. A livello cumulato nei primi undici mesi 2019 le importazioni aumentano di un 6,1% a 65.311,3 mln mc (+4,3% rispetto al 2017), aumento sostenuto da tutte le fonti meno l'Algeria, e la produzione scende dell'11,4% a 4.164,2 mln mc (-13% sul 2017).

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]