Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas: a novembre frenano le centrali, industria ancora in caduta
03/12/2019 - Pubblicato in news nazionali

Consumi di gas italiani in calo a novembre per una flessione a doppia cifra del termoelettrico, la prima riduzione da nove mesi in questo settore di consumo, e un nuovo forte calo dell'industria che hanno compensato la ripresa della domanda per riscaldamento. Calo in apertura di stagione invernale per i consumi di gas, che nonostante le temperature sostengano i consumi per riscaldamento, risentono di un calo a doppia cifra delle centrali elettriche e di una nuova sensibile flessione dell'industria. Secondo le elaborazioni della Staffetta Quotidiana sui dati di Snam Rete Gas, nel mese appena concluso l'Italia ha consumato 6,663,6 milioni di metri cubi di gas, in caldo di circa 220 mln mc o del 3,2% su novembre 2018 e del 15,6% sullo stesso mese del 2017. Passando all'offerta, l'aumento dei consumi è stato accompagnato da un incremento leggermente superiore dell'import, +6,5% a 5.265,6 mln mc (-7,3% rispetto al 2017), la produzione nazionale cede un altro 16% fermandosi a 345,7 mln mc (-23% sul 2017) mentre le erogazioni nette dagli stoccaggi scendono di un 31,3% rispetto a novembre 2018 a 1.052,3 mln mc (-40,6% sul 2017), con gli operatori che sembrano approfittare dei prezzi spot ancora relativamente bassi, a fronte di quotazioni a termine per l'inverno assai più elevate. A livello cumulato nei primi undici mesi 2019 le importazioni aumentano di un 6,1% a 65.311,3 mln mc (+4,3% rispetto al 2017), aumento sostenuto da tutte le fonti meno l'Algeria, e la produzione scende dell'11,4% a 4.164,2 mln mc (-13% sul 2017).

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Un pieno di idrogeno

Spinta sull’idrogeno, decisivo a decarbonizzare il mondo
[leggi tutto…]

Sussidi ambientali, fra tagli e retromarce tutte le voci sotto tiro

In queste settimane il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa, ha annunciato di voler rincarare l’accisa del gasolio per modificare il prezzo e rendere il diesel più costoso della benzina, perché ritenuto un sussidio dannoso per l&
[leggi tutto…]

Industria ceramica in allarme: <<Arrivano costi folli per la CO2>>

Cambiano e diventano più severe le regole europee per le emissioni di anidride carbonica dell’industria
[leggi tutto…]