Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas Natural, sfida a cinque tra i big dell’energia
02/10/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

L’asta per la cessione degli asset italiani del gruppo spagnolo Gas Natural ha visto la partecipazione dei big dell’energia con l’esclusione di Eni ed Enel. Una sfida che potrebbe valere fino a un miliardo di euro, giunta al suo momento decisivo: potrebbe decidersi già questa settimana. Per gli addetti ai lavori l’uscita di Gas Natural dal nostro paese è soltanto la prima pedina a cadere nel processo di riduzione degli operatori nel settore del gas. Chi vince potrebbe avvantaggiarsi rispetto ai concorrenti in vista della completa liberalizzazione prevista per la metà del 2019. Gas Natural ha messo in vendita gli asset principali: quasi mezzo milione di clienti finali, nonché una rete di distribuzione del gas forte di 7300 chilometri e 460mila punti di riconsegna. Inoltre nell’offerta sono ricompresi sia il progetto di un rigassificatore a Trieste, sia il contratto per la fornitura ventennale di gas all’Azerbaijan che arriverà in Italia attraverso il Tap. A quanto risulta nessuno degli interessati ha presentato un’offerta per tutto il pacchetto: si procederà quindi a uno spezzatino.

Fonte: La Repubblica, Affari&finanza – L P (pag. 39)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]