Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas Natural chiude la cessione degli asset in Italia a Edison e 2i
14/10/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Si chiude la cessione degli asset di Gas Natural in Italia. Il gruppo spagnolo, assistito da Rothschild, ha annunciato la firma di due accordi vincolanti distinti per la vendita delle proprie attività a 2i Rete Gas e Edison. In tutto l’operazione vale 1,02 miliardi di euro, di cui 759 milioni di equity value e frutterà a Gas Natural una plusvalenza al netto delle tasse di 190 milioni. Il closing è atteso tra dicembre 2017 e marzo 2018, previo il via libera dell’Antitrust e delle Autorità competenti. 2i Rete Gas ha rilevato Nedgia, che si occupa del trasporto gas con circa 460 mila punti di consegna per un enterprise value di 263 milioni Gas Natural Vendita Italia, al quale fanno capo circa mezzo milione di clienti gas ed elettricità, e il contratto gas legato all’Azerbaijan per 30 milioni. Con questo deal, 2i Rete Gas è arrivata a 4,5 milioni di clienti consolidando il secondo posto dietro a Italgas sul mercato italiano. Edison, che ha avuto Mediobanca come advisor, l’operazione chiusa ieri ha un valore strategico perché aumenta del 50% la base clienti complessivi e fa fare un passo avanti verso l’obiettivo di triplicare la base clienti.

Fonte: Il Sole 24 Ore Finanza & Mercati – Cheo Condina (pag. 21)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]