Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas Natural, per gli asset italiani gara a due tra Edison ed Engie Italia
22/09/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Stretta finale per l’asta sugli asset italiani di Gas Natural con la scadenza per la presentazione delle offerte che è slittata a lunedì prossimo. Negli ultimi giorni è venuta meno la candidatura del fondo cinese Shangai DaZhong, che era stato accreditato di una possibile offerta per l’intero pacchetto. Al momento, salvo colpi di scena dell’ultima ora, sembra ormai prendere corpo l’ipotesi di uno spezzatino con due potenziali acquirenti: uno per il quasi mezzo milioni di clienti elettricità e gas (sia retail sia industriali) e un altro compratore per la distribuzione gas con circa 7300 km di rete, su cui la gara sembra ristretta tra Italgas e 2i Rete Gas. Anche sui clienti non sembrano esserci in vista grandi sorprese. Sul mercato ci si attende un testa a testa tra Edison e Engie Italia con offerte tra 200 e 250 milioni di euro. Difficile che altri acquirente possano insidiarli. Come potenziale outsider, negli ultimi giorni, è emerso il tandem Spiegas-Canarbino, due aziende italiane attive nel trading e nella vendita retail di energia elettrica e gas per complessivi 2 miliardi di fatturato dietro alle quali c’è un socio forte tedesco, la EnBw.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza & Mercati – Chiero Condina (pag. 44)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]