Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas, l'Iran punta a rimpiazzare la Russia
25/07/2015 - Pubblicato in news internazionali

I due giorni di Conferenza a Vienna sembrano essere andati molto bene per l'Iran. Reza Nematzedeh, il ministro di industria, risorse minerarie e commercio, ha precisato però che Teheran non vuole essere solo un importatore di beni provenienti dall'occidente. “L'Iran non è lo stesso mercato di dieci anni fa e quindi non vogliamo più una unidirezionale importazione dei beni e dei macchinari dall'Europa. Vogliamo anche esportare, per questo l'Iran intende unirsi al Wto appena le sanzioni saranno sollevate”. Quanto all'Oil&Gas, Teheran intende aumentare la propria produzione di gas da 700 milioni di metri cubi al giorno a 1,1 miliardi di metri cubi al giorno entro il 2017 e proporsi all'Europa come una valida alternativa alla Russia. Il vice ministro del petrolio iraniano, Amir Hossein Zamaninia ha anche detto di aver identificato 50 progetti oil&gas, per un valore complessivo di 185 miliardi di dollari, che dovrebbero essere avviati entro il 2020”. Alla conferenza tuttora in corso a Vienna, hanno partecipato molte compagnie petrolifere internazionali, tra cui BP, Shell e Total.

Fonte: Staffetta Quotidiana 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Carbone auf Wiedersehen, svolta verde in Germania

L’offensiva del Green Deal tedesco passa per un superamento del carbone, con la chiusura entro il 2038 delle centrali alimentate da questo combustibile altamente inquinante
[leggi tutto…]

La Turchia di Erdogan lancia la sfida a Eni in Libia

Il presidente turco Erdogan ha annunciato che quest’anno avvierà attività di esplorazione e perforazione nel Mediterraneo nelle zone inquadrate dall’accordo sulla demarcazione dei confini marittimi con la Libia
[leggi tutto…]

Transizione e gas, affare in commissione Industria Senato

La commissione Industria del Senato avvierà a breve un “affare assegnato” sulla transizione energetica e il ruolo del gas e delle altre fonti
[leggi tutto…]