Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Gas, Francia e gelo trainano i consumi italiani: +22%
02/02/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

L'effetto combinato di gelo e crollo delle importazioni di elettricità per i problemi al nucleare francese hanno spinto i consumi italiani di gas di gennaio a livelli record, segnando il secondo dato mensile più alto di sempre. E' quanto emerge dal servizio mensile su domanda e offerta gas della Staffetta Quotidiana. La pagina contiene elaborazioni sui dati di Snam Rete Gas e del ministero dello Sviluppo economico ed è curata da Agata Gugliotta del Rie, Gionata Picchio e Antonio Sileo. A gennaio i prelievi di gas italiani sono balzati ai massimi dal 2006, segnando il secondo dato mensile più alto di sempre grazie alla spinta impressa ai consumi civili dall'ondata di neve e gelo e, a quelli termoelettrici, dalle tensioni sul sistema elettrico francese, per la combinazione di picco invernale dei consumi e ridotta offerta nucleare. Secondo le elaborazioni, nel mese appena concluso l'Italia ha consumato 11.123,1 mln di mc di gas, in aumento del 22,2% sullo stesso mese del 2016 e del 28% sul 2015. Crescono anche le erogazioni nette dagli stoccaggi, in aumento del 9,8% a 3.671,3 mln mc (+14,6% sul 2015). A livello cumulato dall'inizio della stagione invernale le erogazioni nette dalle scorte si attestano a 7.569,5 mln mc in aumento del 23% sullo stesso periodo dell'inverno precedente e del 24% su quello di due anni fa. Continua intanto il calo della produzione nazionale che si ferma a 492,5 mln mc (-4,3% sul 2016 e -12,2% sul 2015).

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]