Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il gap da azzerare per le energivore
05/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

La riduzione dei costi energetici sul sistema produttivo resta un obiettivo storico non centrato. La nuova Strategia energetica nazionale che il governo intende adottare più o meno in coincidenza con il G7 energia di aprile è un'occasione importante. Il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda ha già detto di voler dare attuazione alla Strategia con un decreto legge, di certo bisognerà mettere in atto i propositi fin qui enunciati. In primis si dovrebbe garantire l'annullamento del gap del prezzo del gas: oggi il differenziale tra Psv (prezzo di scambio sul mercato italiano) e Ttf (mercato «benchmark» olandese) è intorno al 13 per cento. Il governo, dopo un lungo stallo, è riuscito a sbloccare con Bruxelles agevolazioni per 1,2 miliardi destinate a circa 3mila imprese ad alto consumo energetico (erogazioni relative al periodo 2013-2015). Ma bisogna rivedere il sistema di aiuto per gli energivori con un nuovo schema che dovrà entrare in vigore nel 2018: si tratta di circa 3.000 imprese che occupano 550–600 mila lavoratori diretti.

Fonte: Il Sole 24 Ore- Red. (pag. 2)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Emissioni, meglio tassarle alle frontiere

Per raggiungere gli obiettivi ambiziosi che servono a fronteggiare l’emergenza climatica, uno dei rimedi suggeriti dalla Presidente della Commissione europea, von der Lyen, è quello di tassare le emissioni per incentivare i produttori
[leggi tutto…]

“Il governo riapra il tavolo con le imprese per l’energia”

Noi imprenditori non siamo contro la decarbonizzazione. Anche le aziende energivore pensano che la sfida della transizione ambientale possa essere un’opportunità di crescita, ma vogliamo poter competere alla pari con gli altri Paes
[leggi tutto…]

La trazione al gas delle aziende energivore necessita d’incentivi

Il gruppo tecnico energia di Confindustria si prepara a riaprire il tavolo di confronto con il Governo. L’obiettivo è di trovare un confronto con il Ministro dello sviluppo economico Patuanelli già entro la fine dell’anno
[leggi tutto…]