Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Frenano petrolio e Cina, borse giù
02/02/2016 - Pubblicato in news internazionali

Febbraio inizia con lo stesso passo di questo 2016 finora decisamente difficile per i mercati finanziari. Il problema principale, al di là della fredda successione dei numeri, è che i motivi alla base dei movimenti di ieri sono gli stessi che hanno caratterizzato il disastroso mese di gennaio: i timori per una frenata dell'economia globale (innescata dalla Cina) e il crollo del prezzo del petrolio. Termi che si sono puntualmente riproposti ieri nel momento in cui le autorità di Pechino hanno diffuso i deludenti indici dei direttori degli acquisti (Pmi, purchasing manager index) del settore manifatturiero, che scendendo a 49,4 punti in gennaio segnalano la contrazione più accentuata dall'estate del 2012 per la seconda economia mondiale. E soprattutto quando nel pomeriggio il prezzo del barile di greggio Wti ha accentuato la sua discesa lasciando sul terreno quasi il 6% e tornando così sotto i 32 dollari.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Maximilian Cellino (pag. 2)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]