Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Francia, gli oneri sulle bollette crescono dell’11%
17/07/2019 - Pubblicato in news internazionali

Gli oneri per il “servizio pubblico energia” che gravano sulle bollette elettricità e gas dei consumatori francesi ammonteranno nel 2020 a 7.916 milioni di euro (+11% in più rispetto al 2018). E' quanto risulta dal calcolo previsionale del regolatore transalpino Cre, secondo cui nel 2020 gli incentivi alle fonti rinnovabili assorbiranno il 65% degli oneri (di cui 33% fotovoltaico e 14% eolico) e la perequazione per le zone non interconnesse il 21%. I sostegni per cogenerazione, biometano, efficienza e ammortizzatori sociali rappresenteranno invece il 9, 3, 1 e 0,4% rispettivamente. Gli oneri 2020 per i consumatori ammonteranno però a 8.398 mln €, sottolinea la Cre, spiegando che si deve tenere conto anche della regolarizzazione degli oneri 2018 e 2019 e dei rimborsi a Edf per il deficit tariffario accumulato al 31 dicembre 2015. E’ intanto da registrare l’avvio della seconda borsa elettrica francese: alla piattaforma “storica” Epex Spot, si è aggiunta NordPool, attiva dal 2 luglio per gli operatori che intendono acquistare o vendere energia sul mercato francese. Secondo il Tso d’oltralpe, “la concorrenza tra le due piattaforme dovrebbe permettere una riduzione dei costi di trading pagati dagli attori del mercato”. I prezzi di mercato, assicura Rte, “non subiranno alcun impatto grazie al coupling”.

Fonte: Quotidiano Energia

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Energia, l’idrogeno al 13-14% nel mix europeo entro il 2050

Sullo sfondo c’è l’obiettivo di decarbonizzare l’economia europea, traguardo che verrà raggiunto anche tramite l’idrogeno, che dovrebbe crescere nel mix energetico fino al 13-14% da qui al 2050 puntando soprattutto su
[leggi tutto…]

Ad agosto arriva il gas in Puglia. Turisti sulle spiagge del Tap

Il metano che viene estratto dal Mar Caspio fino alla settimana scorsa arrivava sui monti del Pindo al confine tra la Grecia e l’Albania
[leggi tutto…]

Dalla lotta alle frodi al taglio dei sussidi

Lo chiamano “Pins”, Piano di politica economico-finanziaria per l'Innovazione e la sostenibilità, ed è la new entry annunciata nel Programma nazionale di riforma (Pnr), che servirà a organizzare tutti i piani preesist
[leggi tutto…]