Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Sul Forties è “forza maggiore” ma i prezzi non decollano
15/12/2017 - Pubblicato in news internazionali

Le consegne di petrolio dal Mare del Nord potrebbero restare frenate a lungo, offrendo un involontario aiuto all’Opec. Ineos, la società proprietaria della rete di oleodotti del Forties, si è arresa a dichiarare lo stato di forza maggiore: un atto che fa sospettare la necessità di riparazioni complesse dopo la scoperta di una falla che da lunedì ha imposto la chiusura dei flussi. I mercati energetici tuttavia, dopo un’iniziale impennata dei prezzi, sono già tornati incredibilmente calmi. Al National Balancing Point (Mbp), l’hub britannico, il gas ha cancellato ogni rialzo accumulato da martedì, quando era salito ai massimi a 4 anni. La mancanza del greggio britannico non viene vista come un problema del mercato, che è tornato a concentrarsi sul timore di un’eccessiva crescita dello shale oil americano. L’Agenzia internazionale dell’energia (Aie), nel rapporto mensile pubblicato ieri, si è accordata all’Opec e all’Eia nell’alzare le previsioni sulla produzione Usa: una revisione che sposta per l’ennesima volta il traguardo di un riequilibrio tra domanda e offerta.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza & Mercati – Sissi Bellomo (pag. 42)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]