Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Forniture gas, la Polonia vince l’arbitrato con la Russia
01/04/2020 - Pubblicato in news internazionali

Al termine di una disputa legale durata cinque anni, il Tribunale arbitrale di Stoccolma ha accolto le tesi della polacca Pgnig, che nel 2015 aveva presentato ricorso contro Gazprom per i termini di prezzo del contratto di fornitura gas di lungo-termine firmato nel settembre 1996. Una nota di Pgnig spiega che il Tribunale ha imposto al gruppo russo il ricalcolo del prezzo sulla base di una nuova formula legata alle quotazioni di mercato in Europa occidentale. “Pgnig stima che Gazprom dovrà risarcire circa 1,5 miliardo di dollari, ovvero la differenza tra il prezzo calcolato sulla base della nuova formula e l’ammontare pagato da Pgnig dal 1° novembre 2014, data in cui Pgnig ha inviato a Gazprom la richiesta di revisione del contratto, al 29 febbraio 2020”, precisa la società polacca. Considerato che la decisione arbitrale è vincolante per entrambe le compagnie, ha aggiunto il presidente di Pgnig, Jerzy Kwieciński, “da questo momento il prezzo del gas si baserà sulla nuova formula di calcolo”. Kwieciński ha reso noto che il risarcimento di Gazprom sarà utilizzato da Pgnig per acquisire nuove riserve di idrocarburi e per sviluppare il mercato polacco del calore e fonti energetiche a zero emissioni.

Fonte: Quotidiano Energia

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Mire cinesi sul gas Eni australiano

Arrivano dalla Cina i primi concreti segnali di interesse per gli asset australiani di Eni. Secondo indiscrezioni, tra i pretendenti c’è Roc Oil, quartier generale a Sidney ma azionariato cinese
[leggi tutto…]

UE, l'Est Europa chiede sostegno per il gas

Otto paesi UE hanno firmato venerdì un documento congiunto per difendere il “ruolo del gas naturale in un'Europa neutrale dal punto di vista climatico”
[leggi tutto…]

Non solo rinnovabili. La lezione da imparare per ripartire “verdi”

“E’ presto per calcolare gli impatti a lungo termine, ma l’industria dell’energia che uscirà da questa crisi sarà molto diversa da quella che conoscevamo”
[leggi tutto…]