Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il fondo sovrano della Norvegia valuta l’uscita dai petroliferi
17/11/2017 - Pubblicato in news internazionali

È grazie al petrolio e al gas che la Norvegia è diventata ricca. Ma il suo fondo sovrano potrebbe presto disinvestire dalle società del settore. Il piano provocherebbe la vendita di partecipazioni per quasi 40 miliardi di dollari, in quasi tutte le maggiori compagnie petrolifere, di cui Oslo è spesso uno dei soci più rilevanti. L’intenzione di disinvestire dalle società petrolifere ovviamente non riguarda la compagnia nazionale Statoil, di cui lo Stato possiede il 67%. La Banca centrale norvegese, che ha la supervisione del fondo, suggerisce però di alleggerire il portafoglio del fondo, spiegando in una lettura al ministero delle Finanze che in questo modo “il patrimonio del governo sarebbe meno vulnerabile una discesa permanente dei prezzi di petrolio e gas”. Il piano richiede comunque l’approvazione del Parlamento, che difficilmente lo esaminerà prima del secondo semestre 2018.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – Sissi Bellomo (pag. 38)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]