Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Ex Ilva, il piano di rilancio è nel gas: <<Futuro a idrogeno solo dopo il 2025>>
17/12/2020 - Pubblicato in news nazionali

A pochi giorni dall’accordo Invitalia Arcelor Mittal che avvia il coinvestimento dello Stato nella società dell’acciaio, Lucia Morselli ad del gruppo siderurgico interviene in Commissione Attività Produttive alla Camera sul piano industriale quinquennale. Il piano prevede 2,1 miliardi di investimenti di cui 300 milioni nel prossimo anno, Invitalia entrerà nel capitale  con il 50% e salirà poi al 60% nel 2022, tale piano è soggetto ad approvazione Ue. Nell’ipotesi in cui Bruxelles non autorizzasse il piano Morselli afferma che vi è l’impegno a trovare un altro socio istituzionale, ma che non ravvisa criticità nel processo di autorizzazione. L’Ilva del futuro: il 25 % di produzione di acciaio verrà da forni elettrici, il restante 75% dagli altiforni a ciclo integrale. Il rifacimento è previsto all’inizio del 2023 nel rispetto del piano ambientale. Il 2020 causa pandemia si chiude male, Taranto infatti produrrà appena 3,3 milioni di tonnellate, livello mai toccato; Arcelor Mittal vuole risalire e punta a 5 milioni il prossimo anno. Morselli durante l’audizione non ha fatto riferimenti espliciti alla cassa integrazione nella fase di integrazione fino al 2025.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Domenico Palmiotti (pag. 16)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’Asia è senza gas l’Europa si salva l’Italia ringrazia il Tap

Non c’è mica stato solo il Covid: a luglio ondata di caldo in Asia che fa crescere la domanda di energia per il condizionamento; a settembre un uragano in Camerun, uno dei maggiori produttori di gas, rallenta la produzione di Gnl che alimenta
[leggi tutto…]

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]