Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Esso, via libera Antitrust a Petrolifera Adriatica per l'acquisto di 135 impianti
31/01/2017 - Pubblicato in news nazionali

Con delibera n. 26332 l'Autorità Antitrust ha deciso di non avviare l'istruttoria, di cui all'articolo 16, comma 4, della legge n. 287/90, sulla acquisizione da parte di Petrolifera Adriatica (controllata al 50% da Goldengas e Brixia Finanziaria) del ramo di azienda di Esso, consistente in 135 impianti di distribuzione di carburanti e commercializzazione di lubrificanti situati in Toscana nelle province di Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Prato, Pistoia e Siena. È quanto riporta il Bollettino n. 3 del 30 gennaio. L'operazione in esame non comporta la costituzione o il rafforzamento di una posizione dominante nei mercati interessati, tale da eliminare o ridurre in modo sostanziale e durevole la concorrenza. In ciascuna delle province considerate, a seguito dell'operazione, Esso e Goldengas (né Petrolifera Adriatica né Brixia detengono alcun impianto) arriverebbero a detenere congiuntamente una quota di mercato in ogni caso ben inferiore al 20%, con l'eccezione delle province di Arezzo e Grosseto nelle quali la quota di mercato congiunta calcolata in base ai volumi erogati supera il 25%.

Fonte:Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]

Doppia Commessa per Saipem

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per un totale di oltre 200 milioni di dollari.
[leggi tutto…]