Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Entro due anni cessione shale oil
17/11/2017 - Pubblicato in news internazionali

Bhp Billiton punta ad uscire “entro due anni, idealmente anche un po’ meno” dalle attività di shale oil negli Stati Uniti. L’ha dischiarato il ceo Andrew Mackenzie a martgine dell’assemblea annuale degli azionisti. Gli asset erano stati acquistati nel 2011, al picco del mercato, e in seguito hanno subito svalutazioni per 13 miliardi di dollari. Oggi sono nel mirino di fondi attivisti, guidati da Elliott Management. Mackenzie ha dichiarato di voler cedere anche gli impianti australiani di Nickel West, che pochi mesi fa Bhp aveva detto di voler rilanciare per rifornire i produttori di batterie per auto elettriche. “Stiamo solo aspettando il momento migliore sul mercato per venderli”, ha detto il ceo.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e mercati – red (pag. 38)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ceer-Acer, le raccomandazioni per la nuova legislazione gas

Aggiornare la legislazione e la regolazione comunitaria sul gas per facilitare la decarbonizzazione del settore energetico, promuovere un mercato interno dell’energia competitivo e massimizzare le opportunità del sector coupling
[leggi tutto…]

Green new deal, la Speranza per il futuro

La Banca europea per gli investimenti ha approvato la nuova politica per l’energia.
[leggi tutto…]

Primato mondiale per petrolio e gas

Gli Stati Uniti sono diventati il più grande produttore di petrolio al mondo, oltre che di gas naturale
[leggi tutto…]