Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni&C, 39 mln$ in Mozambico
08/01/2016 - Pubblicato in news internazionali

Secondo il numero uno di Enh, si tratta di 39,6 miliardi di dollari e la cifra è di certo attendibile, sia per la fonte sia perché sulla base di questo importo Enh sta negoziando i finanziamenti che occorreranno per coprire la sua parte. Il gruppo statale mozambicano ha il 15% del consorzio guidato da Anadarko e il 10% di quello a guida Eni e in totale dovrà investire in questa prima fase circa 5,7 miliardi di dollari. A Maputo si aspettano che la Fid (Final Investment Decision) per Coral sia ufficializzata a breve. Nella conference call sui dati del terzo trimestre l'amministratore delegato dell'Eni Claudio Descalzi aveva confermato tempi ravvicinati per la decisione finale sull'investimento, attesa tra gli ultimi giorni del 2015 e l'inizio di quest'anno. L'approvazione riguarda l'intero consorzio: Eni è operatore dell'Area 4 con una partecipazione indiretta del 50, detenuta attraverso la controllata Eni East Africa, mentre gli altri partner sono Galp Energia, Kogas ed Enh con il 10% ciascuno e Cnpc che detiene il 20% indirettamente sempre attraverso Eni East Africa. Qui sono state scoperte risorse supergiant di gas naturale stimate in 2.407 miliardi di metri cubi di gas. Nel frattempo Eni e Anadarko hanno raggiunto un accordo per sviluppare congiuntamente i giacimenti di gas naturale a cavallo tra le Aree 4 e 1 del bacino di Rovuma, i cosiddetti straddling reservoirs a gas di Mamba e Prosperidade, tra loro comunicanti.

Fonte: Milano Finanza

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]