Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni, via libera dagli Usa per esplorazione in Alaska
30/11/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Eni compie un passo avanti nell’Oceano Artico e dopo aver portato a casa, nel luglio scorso, il disco veder del Bureau of Ocean Energy Management, incassa ora anche l’ok del Bureau of Safety and Environmental Enforcement e si accinge a far partire i lavoro di esplorazione petrolifera in Alaska sfruttando la svolta sui combustibili fossili annunciata dall’amministrazione Trump. Descalzi punta a perforare fino a quattro pozzi nel mare di Beaufort, da un’isola artificiale chiamata Spy Island che si trova nelle acque statali dell’Alaska. Eni diventa così la prima società autorizzata a rinvenire l’oro nero nelle acque dell’Alaska dal 2015. Lavorare a  certe latitudini non è semplice e altre compagnie come la Royal Dutch Shell e la Chevron hanno già sperimentato tutte le difficoltà nel trivellare in aree complesse.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Celestina Dominelli (pag. 51)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dal gas alle reti, quattro mine sul Piano energia

La campanella suonerà il 31 dicembre quando tutti i paesi Ue dovranno presentare la versione definitiva dei Piani nazionali per l’energia e il clima
[leggi tutto…]

Phase out La Spezia, i sindacati: conversione a gas ed essenzialità

Per la prima volta tutti i partecipanti al tavolo del phase out (tranne il ministero dello Sviluppo economico) si incontreranno in pubblico per parlare della centrale a carbone di La Spezia.
[leggi tutto…]

L’ordine degli Usa a Salvini: “Fai completare il Tap”

Nel colloquio che Salvini ha avuto l’altro ieri con il vicepresidente statunitense Mike Pence è emerso un fattore che la delegazione italiana non aveva previsto: il Tap
[leggi tutto…]