Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni tratta la cessione di Versalis
18/12/2015 - Pubblicato in news nazionali

Secondo quanto riferito dai sindacati all'agenzia Reuters, il cda del colosso oil deciderà di andare avanti nella due diligence con il fondo americano per la cessione della maggioranza di Versalis. Da ieri, oltre un migliaio di persone stanno manifestando sotto la sede di Eni  a San Donato. La società chimica di Eni , secondo i rappresentanti sindacali, ha infatti bisogno di ulteriori investimenti per 1,2 miliardi di euro per passare alla chimica verde e i sindacati temono che questo fondo non abbia la capacità finanziaria per portarli avanti. Anzi, ha aggiunto Miceli, "ci è stato detto dai vertici dell'azienda che SK Capital ha chiesto a Eni  di abbandonare i progetti di chimica verde". L'ipotesi attualmente al vaglio del cda di Eni  a quanto pare prevede la vendita almeno del 70% di Versalis, quindi Eni  manterrebbe una quota del 30%, con il vincolo di un ad italiano. I sindacati, invece, chiedono che a fianco del 30% detenuto da Eni , lo Stato intervenga tramite la Cassa depositi e prestiti ed entri nell'azionariato di Versalis. Secondo le ultime indiscrezioni il valore di Versalis può raggiungere 1 miliardo di euro, portando quindi a 700 milioni circa le potenziali entrate per Eni.

Fonte: Mialno Finanza

Tag Clouds

 

Ultime notizie

L’Asia è senza gas l’Europa si salva l’Italia ringrazia il Tap

Non c’è mica stato solo il Covid: a luglio ondata di caldo in Asia che fa crescere la domanda di energia per il condizionamento; a settembre un uragano in Camerun, uno dei maggiori produttori di gas, rallenta la produzione di Gnl che alimenta
[leggi tutto…]

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]