Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni si tiene la chimica
16/03/2017 - Pubblicato in news nazionali

Eni non prevede né aggregazioni né cessioni nell’attività della chimica. Descalzi ha fornito indicazioni sulla cessione del 25% dell’Area 4 in Mozambico a ExxonMobil, operazione ritenuta importante perché Eni è riuscita a monetizzare, incassando 2,8 miliardi di dollari in anticipo rispetto all’inizio della produzione con una grossa plusvalenza. Descalzi sottolinea come tutti in questo momento vendono asset produttivi mentre Eni vende asset esplorativi, e vengono venduti alle prime società petrolifere del mondo: ExxonMobil, Bp, Cnpc e Rosneft

Fonte: Italia Oggi – Red. (pag. 37)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Greggi ai massimi da novembre

In aumento le quotazioni del petrolio sui circuiti elettronici internazionali.
[leggi tutto…]

Phase out carbone, Crippa rilancia il cavo Sardegna-Sicilia

Il phase out del carbone in Sardegna si può gestire dalla Sicilia, valutando la possibilità di accorciare i tempi di realizzazione;
[leggi tutto…]

Petrolio in ripresa, ma tra Riad e Mosca l’alleanza è a rischio

L’asse petrolifero tra Russia e Arabia Saudita inizia a scricchiolare
[leggi tutto…]