Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni e Shell pronte a tornare in iran
26/06/2015 - Pubblicato in news internazionali

In scia all'Eni , anche Shell e altre compagnie petrolifere occidentali stanno rimettendo in piedi i negoziati con l'Iran, riannodando il filo che era stato spezzato dalle sanzioni.  A dare conto del ritorno di fiamma verso il petrolio di Teheran è stato ieri il Financial Times, ripreso da MF. Shell starebbe negoziando con l'Iran per investire di nuovo nelle risorse petrolifere del Paese, ma, come nel caso di Eni , il via libera vero e proprio arriverà non solo dopo il ritiro delle sanzioni ed esclusivamente se l'Iran modificherà le condizioni contrattuali per l'esplorazione e lo sviluppo dei giacimenti. Claudio Descalzi, amministratore delegato dell'Eni , si era già recato a Teheran a inizio maggio, ma in quel caso la visita aveva anche un altro scopo: sbloccare circa 800 milioni di euro di crediti commerciali ancora incagliati per l'embargo all'Iran.

Fonte: MF

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]