Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni e Shell pronte a tornare in iran
26/06/2015 - Pubblicato in news internazionali

In scia all'Eni , anche Shell e altre compagnie petrolifere occidentali stanno rimettendo in piedi i negoziati con l'Iran, riannodando il filo che era stato spezzato dalle sanzioni.  A dare conto del ritorno di fiamma verso il petrolio di Teheran è stato ieri il Financial Times, ripreso da MF. Shell starebbe negoziando con l'Iran per investire di nuovo nelle risorse petrolifere del Paese, ma, come nel caso di Eni , il via libera vero e proprio arriverà non solo dopo il ritiro delle sanzioni ed esclusivamente se l'Iran modificherà le condizioni contrattuali per l'esplorazione e lo sviluppo dei giacimenti. Claudio Descalzi, amministratore delegato dell'Eni , si era già recato a Teheran a inizio maggio, ma in quel caso la visita aveva anche un altro scopo: sbloccare circa 800 milioni di euro di crediti commerciali ancora incagliati per l'embargo all'Iran.

Fonte: MF

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Carbone auf Wiedersehen, svolta verde in Germania

L’offensiva del Green Deal tedesco passa per un superamento del carbone, con la chiusura entro il 2038 delle centrali alimentate da questo combustibile altamente inquinante
[leggi tutto…]

La Turchia di Erdogan lancia la sfida a Eni in Libia

Il presidente turco Erdogan ha annunciato che quest’anno avvierà attività di esplorazione e perforazione nel Mediterraneo nelle zone inquadrate dall’accordo sulla demarcazione dei confini marittimi con la Libia
[leggi tutto…]

Transizione e gas, affare in commissione Industria Senato

La commissione Industria del Senato avvierà a breve un “affare assegnato” sulla transizione energetica e il ruolo del gas e delle altre fonti
[leggi tutto…]