Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni scommette sui nuovi contratti
16/07/2015 - Pubblicato in news nazionali

L'accordo sul nucleare in Iran porterà alla progressiva eliminazione delle sanzioni e l'Eni sta prendendo in considerazione di tornare a investire nel Paese. E' quanto dice un portavoce della compagnia petrolifera italiana. L'accordo è un'importante pietra miliare. Qualora le sanzioni dovessero essere tolte e il governo iraniano presenti uno schema contrattuale più favorevole in linea con gli standard internazionali, Eni prenderà in considerazione di investire ancora nel Paese", dice il portavoce. Anche a livello istituzionale, la riapertura dell'Iran è vista come una buona occasione per le imprese italiane. L'accordo con l'Iran rappresenta, per l'Italia, "la possibilità di riaffacciarsi con tutta la potenzialità del suo sistema imprenditoriale su un mercato importantissimo che conta oggi quasi 80 milioni di potenziali consumatori". Ha detto il ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi, che spera di "poter presto riprendere un percorso di collaborazione bilaterale, anche attraverso una nostra missione economica e imprenditoriale che contiamo di organizzare fin dalle prossime settimane".

Fonte: Il Sole 24 ore 

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]

Doppia Commessa per Saipem

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per un totale di oltre 200 milioni di dollari.
[leggi tutto…]