Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni, più petrolio e per compensare nascerà in Africa una superforesta
16/03/2019 - Pubblicato in news internazionali

Il Piano industriale Eni da qui al 2022 prevede da un lato, l’aumento di petrolio e gas naturale estratti dai suoi giacimenti in giro per il mondo almeno del 3,5% all’anno. Dall’altro lato, Eni vuole incrementare la quota di energia prodotta tramite rinnovabili e dare un contributo alla decarbonizzazione cominciando con l’azzeramento  - entro il 2030 – delle emissioni di CO2 da tutti i suoi giacimenti. Lo farà in parte intervenendo con un vasto programma di “forestazione” in modo tale che le emissioni vengano pareggiate con il contributo delle piante messe a dimora. Si tratta oltre 80mila chilometri quadrati di foreste che verranno realizzate in Africa (Ghana, Malawi, Zimbabwe e Africa del Sud). Ecco allora che il nuovo piano prevede un aumento del dividendo costante nel tempo per riuscire a gestire le imprese: si parte già nel 2019 con la cedola che salirà del 3,6% a 0,86 euro per azione. In tema di transizione verso un’energia più pulita, non vanno trascurati gli investimenti nel gas sui 33 miliardi complessivi del piano. Eni infatti vuole raggiungere i 14 milioni di tonnellate di gas naturale liquefatto al 2022 e i 16 milioni al 2025.

Fonte: La Repubblica, Economia & Finanza – Luca Pagni (pag. 25)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Trivellazioni a largo di Cipro. Braccio di ferro tra UE e Erdogan

Acque agitate al largo di Cipro, dove Ankara sta portando avanti da giorni trivellazioni per la ricerca di idrocarburi. Ieri, dopo una settimana di avvertimenti, la Ue ha stabilito un primo round di sanzioni politiche ed economiche alle quali Ankara ha re
[leggi tutto…]

Francia, gli oneri sulle bollette crescono dell’11%

Gli oneri per il “servizio pubblico energia” che gravano sulle bollette elettricità e gas dei consumatori francesi ammonteranno nel 2020 a 7.916 milioni di euro (+11% in più rispetto al 2018). E' quanto risulta dal calcolo p
[leggi tutto…]

Il gas torna più caro in Europa con la CO2

Sul principale hub nel Vecchio continente, il Ttf olandese, il gas è arrivato a 14 €/MWh sul mercato del giorno prima
[leggi tutto…]