Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni, il Mozambico tifa per Exxon
12/07/2016 - Pubblicato in news internazionali

Non solo l’Eni ma anche il Governo del Mozambico vuole concludere a breve la cessione di un’altra quota dei giacimenti offshore del gruppo italiano nell’area 4 del bacino di Rovuma. Al momento il solo acquirente in grado di garantire tempi rapidi sembra il colosso statunitense Exxon Mobil, che potrebbe acquisire una quota intorno al 15%. Oggi Eni detiene il 50% dell’area 4, dopo aver ceduto nel 2013 il 20% a China National Petroleum Corp. Gli altri soci sono Galp Energia, Kogas e la società petrolifera di Stato, Enh, tutti con una partecipazione del 10%. Secondo alcune fonti Exxo unirebbe le forze con Qatar Petroleum, guardando però anche agli asset detenuti da Anadarko, il gruppo petrolifero dirimpettaio di Eni nel bacino di Rovuma.

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag. 11)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]