Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni mette il turbo sul Nilo
13/09/2016 - Pubblicato in news internazionali

In anticipo sui tempi, Eni ha raggiunto nel giacimento offshore di Nooros (Egitto) una produzione di 20 milioni di metri cubi di gas al giorno, che corrispondono a 128 mila barili di olio equivalente, di cui 67 mila in quota Cane a Sei Zampe. La produzione record è oggi assicurata da sette pozzi, ma con la perforazione dei nuovi si prevede che il campo possa raggiungere una massima capacità produttiva di circa 160 mila barili di olio equivalente al giorno nella primavera dell’anno prossimo. Ma le novità non finiscono qui. Ieri Qatar Petroleum ha manifestato interesse (insieme a Exxon Mobil) per le attività di Eni in Mozambico, metà delle quali finirà sul mercato nell’ambito di una dismissione di asset per 5 miliardi in due anni. Il titolo Eni a Piazza Affari ha chiuso al ribasso. A pesare sul titolo sono state soprattutto le dichiarazioni dell’ad della società petrolifera statale kazaka, KazMunayGaz, il quale ha detto che la produzione di greggio nel gigantesco giacimento di Kashagan comincerà a novembre, in leggero ritardo rispetto al mese di ottobre indicato in precedenza.

Fonte: MF – Francesco Colamartino (pag. 10)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Regno Unito, il breve addio al carbone. Entro il 2025 chiuse tutte le centrali

Il Governo inglese ha stabilito la data del 2025 per la scadenza ufficiale dell’era del carbone, ma la fine potrebbe arrivare in anticipo
[leggi tutto…]

Pec, parte la consultazione Vas

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 181 del 3 agosto l'avviso con cui la Presidenza del Consiglio dei ministri comunica l'avvio della consultazione per la procedura di Valutazione ambientale strategica
[leggi tutto…]

Energia, rallentano gli utili dei big. Pesa il crollo del prezzo del gas

Non è il tracollo di tre anni fa, quando le società petrolifere toccarono in Borsa i minimi storici da inizio secolo.
[leggi tutto…]