Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Eni lancia la sfida nell’Artico
27/11/2015 - Pubblicato in news internazionali

La compagnia va controcorrente rispetto alle altre major, che hanno rinunciato a esplorare nell'area anche considerando che la produzione raggiungerà il punto di pareggio solo con il petrolio a 55 dollari al barile, un livello ben più alto delle quotazioni attuali. Il Cane a sei zampe aprirà presto i rubinetti della piattaforma petrolifera offshore più settentrionale del mondo, il Goliat. Il giacimento nel Mare di Barents, quasi 300 miglia a nord del circolo polare artico, frutterà a Eni un flusso di 100mila barili al giorno.

Fonte: Milano Finanza

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]

Gas, l'Egitto lancia la sfida

Eni e Shell hanno affermato apertamente che l'Egitto è l'opzione più economica per portare sul mercato le gigantesche riserve di gas del Mediterraneo orientale, un'opzione preferibile al progetto di maxigasdotto Cipro-Grecia E
[leggi tutto…]

Eni avanza ancora nel gas libico

La spagnola Repsol è stata costretta a dichiarare lo stato di forza maggiore per il suo giacimento di Sharara.
[leggi tutto…]