Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Energia, a sorpresa torna il carbone
23/01/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

A causa della manutenzione di 21 impianti di energia nucleare francesi su un totale di 58, la Francia si è vista costretta ad acquistare energia dall’estero. A tal proposito sono stati riaperti tre impianti italiani a carbone, dismessi da tempo. La questione è finita immediatamente nel mirino degli ambientalisti. Si tratta di 7 mila tonnellate di carbone per la centrale Enel di Bastardo (Umbria) e altre 4 mila tonnellate per la Enel di Genova. Durissimo il giudizio del Coordinamento Free (Fonti rinnovabili ed efficienza energetica): richiesta un’inchiesta su un provvedimento ingiustificato e costoso, deciso dal ministero dello Sviluppo Economico. Si parla di un’oscillazione che va tra i 51753 e 54497 megawatt, contro una potenza netta installata superiore a 115000 megawatt.

Fonte: La Repubblica, Affari e Finanza – Massimo Minella, Luca Pagni (pag. 22)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]