Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Egitto stima in 800 mln $ costo di un gasdotto con Cipro
08/05/2018 - Pubblicato in news internazionali

L'Egitto stima tra 800 milioni e 1 miliardo di dollari il costo di un gasdotto sottomarino per portare la futura produzione di gas del giacimento di Cipro Aphrodite fino agli impianti di liquefazione egiziani. Lo ha dichiarato ieri il ministro egiziano del Petrolio, Tarek El Molla, parlando in una conferenza stampa congiunta con il ministro dell'energia cipriota, Yiorgos Lakkotrypis, e aggiungendo che il gas di Cipro sarà usato in parte per i consumi interni dell'Egitto e in parte per l'export. L'Egitto punta a mettere fine alle sue importazioni di gas dall'estero dal 2019, facendo leva su nuove produzioni interne, a cominciare dal mixigiacimento Zohr scoperto da Eni nel 2015 e entrato in produzione negli ultimi mesi. Aphrodite fa capo alla statunitense Noble e alla israeliana Delek. Anche Eni è attiva nelle acque di Cipro dove ha realizzato un scoperta a gas di rilievo, che il gruppo ha assimilato al “tema di ricerca Zohr” ma che è finita al centro di una complessa contesa col governo turco che ha inviato navi da guerra per impedire le attività del Cane a sei zampe. L'Egitto dispone di due impianti di liquefazione a Damietta, di cui Eni è socia attravesro Union Fenosa Gas, e a Idku.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Tariffe gas, Confindustria pronta a ricorrere a Bruxelles

Sul nodo delle tariffe per il trasporto del gas naturale Confindustria sta valutando di agire direttamente su Bruxelles
[leggi tutto…]

Misteri italiani: l’occasione persa del gas naturale

L’assenza di governo fa perdere di vista la questione energetica del nostro Paese
[leggi tutto…]

Le imprese all’Europa: necessario accelerare sul mercato unico del gas

Il ruolo centrale del gas per la transazione energetica e per il processo di decarbonizzazione.
[leggi tutto…]