Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Egitto stima in 800 mln $ costo di un gasdotto con Cipro
08/05/2018 - Pubblicato in news internazionali

L'Egitto stima tra 800 milioni e 1 miliardo di dollari il costo di un gasdotto sottomarino per portare la futura produzione di gas del giacimento di Cipro Aphrodite fino agli impianti di liquefazione egiziani. Lo ha dichiarato ieri il ministro egiziano del Petrolio, Tarek El Molla, parlando in una conferenza stampa congiunta con il ministro dell'energia cipriota, Yiorgos Lakkotrypis, e aggiungendo che il gas di Cipro sarà usato in parte per i consumi interni dell'Egitto e in parte per l'export. L'Egitto punta a mettere fine alle sue importazioni di gas dall'estero dal 2019, facendo leva su nuove produzioni interne, a cominciare dal mixigiacimento Zohr scoperto da Eni nel 2015 e entrato in produzione negli ultimi mesi. Aphrodite fa capo alla statunitense Noble e alla israeliana Delek. Anche Eni è attiva nelle acque di Cipro dove ha realizzato un scoperta a gas di rilievo, che il gruppo ha assimilato al “tema di ricerca Zohr” ma che è finita al centro di una complessa contesa col governo turco che ha inviato navi da guerra per impedire le attività del Cane a sei zampe. L'Egitto dispone di due impianti di liquefazione a Damietta, di cui Eni è socia attravesro Union Fenosa Gas, e a Idku.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Kerry: <<Europa e Usa insieme su Green deal e lotta al virus>>

Le due grandi sfide della green economy e della pandemia richiedono una risposta congiunta di Europa e Stati Uniti. Ora, con Biden alla Casa Bianca, tutto sarà più facile ma solo se si seguirà la strada della democrazia e della difesa
[leggi tutto…]

Petrolio, con Biden lo shale perde anche l’appoggio politico

Indifferente al cambio della guardia alla Casa Bianca, il petrolio continuala sua avanzata sui mercati finanziari, dove si mantiene ai massimi da quasi un anno, vicino a 57 dollari nel caso del Brent, e intorno a 54 nel caso del Wti.
[leggi tutto…]

Sanzioni Usa e caso Navalny, Nord Stream 2 torna nel mirino

Doppio attacco al Cremlino, nel pomeriggio di ieri. Il primo è partito dalla Casa Bianca nelle ultimissime ore dell’amministrazione Trump, che ha sganciato il suo siluro finale sul Nord Stream 2
[leggi tutto…]