Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Efficienza nell'industria, Hera: restiamo neutrali rispetto a business fornitura
27/06/2017 - Pubblicato in news nazionali

Un ruolo di “cerniera” nel mercato dell'efficienza energetica all'industria, senza “invadere il mercato” e restando neutrali rispetto al business delle tecnologie e della fornitura di energia. Questo l'obiettivo della multiutility Hera nel mercato dell'efficientamento energetico in campo industriale, come spiegato venerdì dal gruppo in occasione del 26° Workshop del T.A.C.E.C. di Federchimica. Hera ha richiamato un ampio spettro di interventi di efficienza che oggi faticano a partire a causa di complessità, incertezza e multidisciplinarità di competenze richieste. E' il caso, si legge nell'intervento della società, “di gran parte dei recuperi di cascami termici di processo, che molto spesso richiedono l'utilizzo di tecnologie o soluzioni innovative per il contesto applicativo (es. pompe di calore) e che devono operare in condizioni molto critiche a causa delle temperature, della corrosività e della sporcizia dei fluidi che scambiano calore. Ma anche i sistemi in grado di ottimizzare in modo automatico e capillare il processo produttivo, sostituendo manovre manuali o affinando le regolazioni di base, (tecnologie che rientrano nel programma “Industria 4.0”)”. “Nello sviluppo di questo mercato – rileva Hera - un ruolo essenziale lo ha giocato, negli ultimi anni, l'effetto combinato degli incentivi dei Certificati Bianchi da un lato (efficace strumento proprio per l'avvio del mercato) e delle Società di Servizi Energetici più organizzate dall'altro, con quest'ultime che sono riuscite a strutturarsi con unità di marketing in grado di svolgere uno scouting capillare presso le imprese”. “L'elemento vincente e innovativo – prosegue la società - si è dimostrato essere la sinergia tra una competenza trasversale di alto livello, estesa a tutte le tecnologie e non focalizzata su un solo prodotto come in passato, e un'adeguata solidità patrimoniale in grado di garantire l'impresa sia in merito al rischio incentivo, sia di offrire forme di supporto agli investimenti di varia natura, attraverso la formula degli Energy Performance Contract”. In un simile contesto Hera si propone come “soggetto forte in grado di svolgere un ruolo di “cerniera” nella promozione dell'efficienza energetica (in modo neutrale rispetto alla fornitura delle tecnologie e dell'energia) nei confronti delle imprese e delle associazioni industriali, grazie anche alla liquidità che è in grado di orientare nel comparto industriale, attraverso i Titoli di Efficienza Energetica“.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Ets, consultazione Ue sul “Fondo per la modernizzazione”

La Commissione europea ha avviato una consultazione sulla proposta di regolamento che stabilisce le regole di funzionamento del Fondo europeo per la modernizzazione, previsto dalla riforma dell'Ets del 2015
[leggi tutto…]

Tariffe gas tedesche, Confindustria: “La Ue rischia la germanizzazione”. Patuanelli: “Inaccettabile”

Proprio nel giorno in cui Confindustria rilancia alla Camera l’allarme sui possibili aumenti del prezzo del gas conseguenti alle nuove tariffe di trasporto tedesche, il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, le ha definite “ina
[leggi tutto…]

Sarraj: “Senza petrolio crisi catastrofica”

Pur con la guerra civile da ormai 9 anni, la produzione di petrolio finora si era mantenuta costante e ha permesso al governo, anzi ai due governi della Lobia, di continuare a funzionare, pagare i dipendenti pubblici e le milizia impegnate nei combattimen
[leggi tutto…]