Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Edison, via allo spezzatino; meno gas, più rinnovabili e servizi
18/04/2017 - Pubblicato in news nazionali

Sempre più servizi rivolti a imprese e famiglie, sempre meno attività tradizionali legate agli idrocarburi. Spinta dal calo della domanda di energia e dal boom delle rinnovabili, anche Edison – storico gruppo privato ora sotto il controllo del colosso francese Edf – è costretta a cambiare pelle.

A fine aprile potrebbero arrivare le offerte per la cessione della quota di Edison nel rigassificatore al largo di Rovigo, dove l’utility possiede il 7,3% delle azioni nonché del gasdotto (circa 70 chilometri) che collega l’impianto alla rete nazionale gestita da Snam. Anche se al momento non è ufficialmente sul tavolo, Edison potrebbe presto lavorare anche al dossier centrali: un partner con il quale dividere le attività di produzione di energia sarebbe ben accetto e da tempo si parla di un possibile interessamento del fondo infrastrutturale F2i, che con Edison ha già in corso un joint venture nelle rinnovabili.

Fonte: La Repubblica, Economia – Luca Pagni (pag. 22)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

I prezzi della CO2 alle stelle: pericoli per famiglie e imprese

Il mercato europeo dell’energia elettrica oggi è caratterizzato da un tale squilibrio da rendere inevitabile un amaro rincaro della bolletta.
[leggi tutto…]

Stoccaggi gas, prelievi record in Europa

Nell’inverno 2020-2021 raggiunta quota 720 TWh
[leggi tutto…]

Snam & C, i primi utili dal Tap

Dall’inizio dell’anno il gasdotto Tap ha già trasportato oltre 1,3 miliardi di metri cubi di gas. Ma ancora prima, nel corso del 2020, ha iniziato anche a far affluire i primi utili nelle casse degli azionisti del consorzio Tap Ag
[leggi tutto…]