Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Edison, parla Benayoun: “Più gas al Sud, l’Italia cuore della strategia europea di Edf”
13/11/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Marc Benayou, ad di Ediosn dal gennaio 2016, è un manager francese che guida uno società controllata dai francesi di Edf. Edf ha scelto Edison come cervello strategico ed operativo per tutte le acquisizioni di gas del gruppo, riconoscendo la competenza e la capacità della società italiana. Sula ripresa delle quotazioni del petrolio, spiega come siano dovute ai tagli delle quote e all’aumento della produttività da parte delle oil company. Benayoun ritiene che il gas sia meno inquinante e che la flessibilità delle centrali a ciclo combinato si sposa perfettamente con l’intermittenza tipica delle rinnovabili. Il gas inoltre ha futuro anche nella mobilità come alternativa all’auto elettrica. L’Italia è un paese molto importante per il mercato del gas nella Ue. I consumi sono tornati verso i 70 miliardi di metri cubi all’anno e sono il terzo paese per consumi. Oltre al Tap sono necessari altri tre rigassificatori: una maggiore disponibilità di infrastrutture non garantisce solo la sicurezza della fornitura ma aiuta a tenere i prezzi bassi.

Fonte: La Repubblica, Affari e finanza – Fabio Bogo, Luca Pagni (pag. 4)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]

Doppia Commessa per Saipem

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per un totale di oltre 200 milioni di dollari.
[leggi tutto…]