Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Edison, parla Benayoun: “Più gas al Sud, l’Italia cuore della strategia europea di Edf”
13/11/2017 - Pubblicato in news internazionali,news nazionali

Marc Benayou, ad di Ediosn dal gennaio 2016, è un manager francese che guida uno società controllata dai francesi di Edf. Edf ha scelto Edison come cervello strategico ed operativo per tutte le acquisizioni di gas del gruppo, riconoscendo la competenza e la capacità della società italiana. Sula ripresa delle quotazioni del petrolio, spiega come siano dovute ai tagli delle quote e all’aumento della produttività da parte delle oil company. Benayoun ritiene che il gas sia meno inquinante e che la flessibilità delle centrali a ciclo combinato si sposa perfettamente con l’intermittenza tipica delle rinnovabili. Il gas inoltre ha futuro anche nella mobilità come alternativa all’auto elettrica. L’Italia è un paese molto importante per il mercato del gas nella Ue. I consumi sono tornati verso i 70 miliardi di metri cubi all’anno e sono il terzo paese per consumi. Oltre al Tap sono necessari altri tre rigassificatori: una maggiore disponibilità di infrastrutture non garantisce solo la sicurezza della fornitura ma aiuta a tenere i prezzi bassi.

Fonte: La Repubblica, Affari e finanza – Fabio Bogo, Luca Pagni (pag. 4)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]