Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Edison in corsa per asset di energia e gas dell’Eni
30/12/2015 - Pubblicato in news nazionali

Una nuova Edison, quotata a Piazza Affari, che torna all'antico focalizzandosi sulla produzione e vendita di energia elettrica e gas e che si afferma con forza come il secondo operatore nazionale dietro all'Enel. Con l'ormai prossimo insediamento del nuovo ad Marc Benayoun, pronto ad entrare in carica il primo gennaio, il mercato guarda con crescente interesse ai piani di sviluppo di Foro Buonaparte e un progetto, tra gli altri, appare al momento il più "caldo", anche se - va precisato - il socio di controllo Edf non ha preso alcuna decisione ufficiale al proposito. L'idea è quella di far compiere un salto dimensionale all'azienda energetica più antica d'Europa, in un mercato come quello italiano in cui il consolidamento, a fronte del cronico calo dei margini, sarà la parola d'ordine dei prossimi anni: un tentativo già fatto un anno fa con un'offerta per gli asset italiani di E.On, finiti poi tuttavia in una vendita a "spezzatino". La svolta, questa volta, potrebbe concretizzarsi con l'interessamento di Edison, sostenuto da fondo F2I, a quello che potrebbe diventare uno dei dossier energetici più stuzzicanti del 2016.

Fonte: Il Sole 24 Ore – Finanza & Mercati (pag. 27)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Def, il giudizio di imprese e sindacati

È in chiaroscuro il giudizio delle categorie produttive sul Def, dopo il giro di audizioni di ieri presso le commissioni Bilancio di Camera e Senato. Gli industriali apprezzano i “due decreti approvati ma non ancora pubblicati (così de
[leggi tutto…]

Confindustria: Italia sia hub del gas. Crippa: supporto a chi si allinea al Pec

Si è svolto a Roma l'incontro tra il Comitato Energia di Confindustria e il sottosegretario allo Sviluppo economico Davide Crippa. Al centro del confronto, il Piano nazionale energia e clima e il ruolo strategico del gas naturale per la transi
[leggi tutto…]

Doppia Commessa per Saipem

Saipem si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Norvegia e in Medio Oriente per un totale di oltre 200 milioni di dollari.
[leggi tutto…]