Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il dopo Maduro si gioca in Pdvsa
25/01/2019 - Pubblicato in news internazionali

La compagnia petrolifera di Stato venezuelana Pdvsa potrebbe essere parzialmente privatizzata e in generale il suo destino è in gioco come quello di tutto il Paese. Il programma post Maduro prevede l’isitituzione di una nuova agenzia nazionale degli Idrocarburi per gestire le gare di assegnazione delle licenze esplorative e produttive di gas naturale e greggio. Dal 2008 il petrolio quotava oltre 145 dollari al barile e Pdvsa veniva utilizzata come bancomat dall’allora Presidente Chavez. Intanto, Eni sta portando avanti le normali attività e non si segnalano particolari stravolgimenti: la produzione ammonta a circa 46mila barili al giorno. Nel 2017 la produzione in quota Eni nel Paese ammontava a circa 61mila barili al giorno, dai giacimenti di Perla (Eni 50%), Junin 5 (Eni 40%) e Corocoro (Eni 26%) ma poi si era scesi  a circa 30mila barili. Maduro vuole però dimostrare di avere ancora una presa solida su Pdvsa, tanto da averne assunto la direzione e annunciato in questi giorni il nuovo piano di sviluppo al 2025, con l’obiettivo di produrre 5 milioni di barili al giorno. 

Fonte: MF – Angela Zoppo (pag.5)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Lezioni da Davos: il rilancio <<verde>> di von der Leyen e il rischio di scontro sul commercio con Usa e Cina

Era da più di dieci anni che l’Europa cercava un ruolo internazionale trovato a Davos
[leggi tutto…]

Il Piano nazionale energia frena sull’addio al carbone nel 2025

Sull’addio al carbone nel 2025 il governo italiano è molto più cauto
[leggi tutto…]

Marcegaglia: “Greta o Trump, diffidiamo degli estremismi”

Il problema della transizione energetica va affrontato con pragmatismo dal momento che il mondo ancora si basa per l’60% sulle fonti fossili e in cui la domanda di energia è proiettata in aumento del 25% al 2030, quando la popolazione sar&agr
[leggi tutto…]