Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La domanda di petrolio sta perdendo vigore
02/07/2016 - Pubblicato in news internazionali

La domanda di petrolio ha iniziato a rallentare. La crescita dei consumi è ancora forte ma si sta indebolendo in fretta e potrebbe attenuarsi ulteriormente per effetto della Brexit. I primi segnali di frenata sono già evidenti in Cina e negli Stati Uniti. Proprio dagli Stati uniti arriva la conferma che la produzione di greggio sta calando. Il fenomeno però non riguarda l’Opec, la cui produzione è anzi salita a livelli record in giugno. I consumi sembrano entrati in crisi anche in Cina.

Fonte: Il Sole 24 Ore, Finanza e Mercati – Sissi Bellomo (pag. 27)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Intervista a Fatih Birol: "Petrolio, giusto riunire il G20, se crolla il settore per danni per tutti"

Produttori e consumatori di petrolio allo stesso tavolo per evitare “nell’interesse di tutti il tracolo del settore”
[leggi tutto…]

Gazprom, in gennaio-febbraio export gas -24,6%

Nei primi due mesi del 2020 il colosso russo di Stato Gazprom, monopolista delle esportazioni di gas russo via tubo, ha registrato una flessione su anno dell'export del 24,6%
[leggi tutto…]

Energia, tlc, logistica. La riscossa italiana può iniziare dalle reti

Le reti sono state le grandi protagoniste di questa prima fase di emergenza, dimostrando una notevole “resilienza”
[leggi tutto…]