Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Dollaro sempre più debole sui mercati, si rafforza il petrolio
22/01/2018 - Pubblicato in news internazionali

Prosegue la discesa del dollaro, in calo nei confronti delle principali valute in questo inizio 2018. Il cambio fra l’euro e la banconota verde ha aggiornato nella scorsa ottava i massimi degli ultimi tre anni, toccando un picco a 1,232 prima di chiudere le contrattazione a 1,2214. Dal punto di vista tecnico il trend appare ancora favorevole alla divisa europea, con gli investitori che iniziano a scontare la probabile fine del Quantitative Easing della BCE fra la fine del 2018 ed il 2019. La debolezza del dollaro emerge anche nel cambio con la sterlina. Per quanto riguarda le materie prime il trend appare ancora positivo. Dopo cinque settimane consecutive di rialzi l’oro ha preso una pausa, lateralizzando intorno a quota 1.330 dollari/oncia. Resta forte anche il petrolio, con il WTI negoziato in area 63,50 dollari/barile, mentre il Brent supera quota 68 dollari.

Fonte: La Stampa – Carlo Alberto De Casa (pag. 17)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Cioffi (Mise) al Consiglio Ue: “Serve una carbon tax”

“Se vogliamo essere competitivi forse dovremmo ricominciare a pensare a una carbon tax che ci permetta di avere una specificità dell’Europa rispetto ad altri Paesi”.
[leggi tutto…]

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]