Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Il distacco da Saipem comincia dal logo. Pronto il piano Cao
26/10/2015 - Pubblicato in aspetti tecnici

L’Eni punta a deconsolidare la partecipazione in Snam, che significa cancellare debiti per circa 5 miliardi (verso la stessa Snam). Renzi ha spiegato che non vuole aggiungere la società al lungo elenco di quelle passate sotto il controllo di capitali esteri. La Cdp è disponibile ma ha fatto capire che è necessario che venga fiancheggiata da investitori istituzionali o fondi sovrani. Proprio in vista del distacco di Saipem dall’Eni è stato presentato al cda dell’azienda di impiantistica il nuovo marchio, che non prevede più il cane a sei zampe, né il colore giallo, caratteristiche del gruppo petrolifero.

Fonte: Corriere della Sera, Corriereconomia – Fabio Tamburini (pag. 5)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Dorsale adriatica Snam, il CdS chiede informazioni al Minambiente

Il Ministero dell’Ambiente ha inviato nell’ottobre 2013 e nel maggio 2015 due richieste di parere in merito a due ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica
[leggi tutto…]

Eni, l’upstream spinge gli utili. Produzione ai massimi storici

Sfruttando il contributo del quarto trimestre, Eni manda in archivio i conti con un preconsuntivo sopra le stime degli analisti e conferma un dividendo 2018 di 83 cent (a fronte degli 80 dell’anno prima).
[leggi tutto…]

Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi prog
[leggi tutto…]