Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa Direttiva gas, trattamento diverso per gasdotti esistenti e nuovi
15/02/2019 - Pubblicato in news internazionali

La nuova direttiva gas richiederà anche all'Italia di definire deroghe per i propri gasdotti col Nordafrica ma dovrebbe trattarsi di un passaggio semplice, che non richiederà lo scrutinio della Commissione previsto per i nuovi progetti come Nord Stream 2. Nello specifico la direttiva prevede che per i gasdotti esistenti alla data della sua entrata in vigore che collegano paesi membri a paesi terzi lo Stato membro in cui arriva il gasdotto possa rilasciare una deroga alla sua applicazione. In sostanza l'Italia dovrà dare una deroga per il Transmed (Algeria-Sicilia, i cui proprietari sono Eni e Sonatrach) e il Greenstream (Libia-Sicilia, di Eni e della libica Noc). Da sottolineare che tale deroga è data su valutazione dello Stato membro senza sentire lo Stato terzo (in questo caso Algeria e Libia) e poi comunicata alla Commissione. Questa semplicità per le deroghe per le infrastrutture esistenti, confermata dall'accordo raggiunto nei giorni scorsi al trilogo, era di importanza fondamentale per Italia e Spagna (a sua volta connessa all'Algeria da due tubi) per evitare complicazioni coi fornitori extra Ue e per non compromettere la contrattualistica con l'Algeria, che, ancorché in fase di rinegoziazione (probabilmente al ribasso), copre ancora una fetta importante dei nostri consumi.

Fonte: Staffetta Quotidiana

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Riad: <<Chi punta contro il petrolio si farà male>>

Da un lato la domanda di petrolio che fatica a recuperare i livelli pre Covid, dall’altro le disciplina sui tagli di produzione che dopo mesi di estremo rigore è tornata a vacillare.
[leggi tutto…]

Ets, assegnazioni gratuite nel mirino

Tempo di ripensamenti per le allocazioni gratuite Ets, il sistema disegnato per contrastare la rilocalizzazione delle industrie europee al di fuori della Ue a causa dei costi della CO2
[leggi tutto…]

Transizione energetica non indolore

L’energia è al centro delle politiche dell’Unione europea, negli anni integrata dall’ambiente
[leggi tutto…]