Rassegna Stampa

Home Rassegna Stampa La direttiva sul gas che complica il Nord Stream 2
08/02/2019 - Pubblicato in news internazionali

Sembra complicarsi il raddoppio del gasdotto Nord Stream 2, il tubo contestato dagli Usa che porterà in Germania circa 55 miliardi di metri cubi di gas all’anno dalla Russia, passando sotto il Mar Baltico e aggirando Ucraina e Polonia. L’aggiornamento alla direttiva Ue sul gas (proposta nel 2017) potrebbe essere sbloccata dal voto di oggi dopo essersi arenata. La revisione prevede di applicare anche alle infrastrutture che provengono da Paesi terzi le regole applicate ai gasdotti interni alla Ue: separazione della proprietà delle reti di trasporto da quella di chi produce il gas e accesso del tubo a terzi. Non un dettaglio: Gazprom possiede il 100% del Nord Stream 2 ed è anche il fornitore di gas; le altre società coinvolte lo sono in qualità di finanziatori.

Fonte: Corriere della Sera – Fr. Bas (pag. 29)

Tag Clouds

 

Ultime notizie

Forniture gas, la Polonia vince l’arbitrato con la Russia

Al termine di una disputa legale durata cinque anni, il Tribunale arbitrale di Stoccolma ha accolto le tesi della polacca Pgnig, che nel 2015 aveva presentato ricorso contro Gazprom per i termini di prezzo del contratto di fornitura gas di lungo-termine f
[leggi tutto…]

Idrogeno verde, per la competitività servono 150 mld $ in 10 anni

L'idrogeno verde, prodotto per elettrolisi dall'acqua attraverso elettricità da fonte rinnovabile, è una strada promettente, ma per renderlo economicamente sostenibile – con un costo di un dollaro al kg – servono incent
[leggi tutto…]

Snam, dal Golfo alla Cina

Due anni fa Snam si è aggiudicata la gara per la privatizzazione di Desfa, la società dei gasdotti in Grecia
[leggi tutto…]